Home » #paginefragili

#paginefragili

Di #IDAHOBIT, coming out e altre storie

Che cosa si celebra oggi 17 maggio e perché?Oggi, 17 maggio, si celebra come tutti gli anni la Giornata internazionale contro l’omofobia, la lesbofobia, la bifobia e la transfobia (#IDAHOBIT), ideata da Louis-Georges Tin. Essa esiste da ormai diciassette anni e si pone l’obiettivo di sensibilizzare l’opinione pubblica e i governi a queste tematiche. La prima di queste Giornate ha avuto luogo il 17 maggio 2004, a 14 anni dalla decisione, avvenuta solo il… Leggi tutto »Di #IDAHOBIT, coming out e altre storie

Inganni di un futuro presente

La verità è che voi non lo sapete. Voi non lo sapete cosa vuol dire chiamare un gruppo di “diecenni” dopo un mese che non li vedi in palestra agli allenamenti, non sapete cosa vuol dire commuoversi quando G. ti dice che la cosa più importante che ha imparato in questa quarantena è che «Gli amici sono fondamentali, non vedo l’ora di rivederli dal vero». Voi non lo sapete cosa… Leggi tutto »Inganni di un futuro presente

Generazione sesta estinzione

Sono (timidamente) tornate le api. Nel vialetto dietro casa mia sono tornate le api e io l’ho scoperto ieri, durante la passeggiata mattutina in solitaria che ancora mi concedo con Attila. E lo ammetto: mi sono commosso. Le api sono per me un ricordo d’infanzia, un ricordo di quell’infanzia vissuta in un paesino del sud-est Milano che contava tante mucche quanti abitanti. Ho sempre vissuto in una sorta di locus… Leggi tutto »Generazione sesta estinzione

Sfondare

Sfondare è una miniserie che cerca di ricostruire i fatti che mi sono successi quella notte: il rapimento, la violenza, la fuga. Ma Sfondare è anche quello che è successo dopo: l’elaborazione, la vita che continua, il perdono. E, infine, Sfondare è quello che è successo prima o poco prima di quell’accadimento, un ricordo che mi serve per comprendere meglio il senso della ferocia, l’impatto che essa ha avuto sulla… Leggi tutto »Sfondare

La perfezione del cerchio

Ha (quasi) trentadue anni, due occhi azzurro ghiaccio che dietro le lenti degli occhiali non mi giudicano mai, e un senso di maternità che a me appare nuovo nel suo essere severamente accogliente. Ha (quasi) trentadue anni, mi fa domande e si interessa a cosa ho fatto durante la settimana, mi ascolta per un’ora intera, e si scrive tutto quello che dico – o quasi – su un foglio a… Leggi tutto »La perfezione del cerchio

Io (non) credo negli eroi

Depressione viene dalla parola latina depressio, derivante dal passato prossimo del verbo deprimo: premere verso il basso, affondare, soffocare. Un climax ascendente, un vortice, un terremoto. E la mia depressione è (stata) tutte queste cose insieme e molte di più. Ma non volevo parlare di questo. Della depressione non si parla, della depressione ci si vergogna perché «La vita è bella!», perché «Dipende solo da come guardi il mondo», perché… Leggi tutto »Io (non) credo negli eroi

Primo post _ Il vaglio della soglia

Il varco della soglia

Benvenuto o benvenuta. Chiunque tu sia e comunque tu ti senta oggi. Benvenuto o benvenuta, di vero cuore. Non mi viene in mente altro modo di accoglierti che così, con un grande e lungo abbraccio, stretto tanto quanto lo desideri. Avrei così tante cose da dire che quasi non so cosa concentrare in questi pochi paragrafi. L’idea di questo spazio – uno spazio che fosse più intimo e silenzioso, meno… Leggi tutto »Il varco della soglia